La transizione digitale è in corso e sempre più aziende sono alla ricerca di dispositivi che aiutino a gestire le operazioni quotidiane con la massima efficienza e fluidità.

I PC industriali, grazie alle loro caratteristiche fisiche e meccaniche, sono particolarmente adatti all’impiego in ambienti difficili: inoltre, prerogative speciali come la resistenza all’acqua e alla polvere, riducono drasticamente la necessità di interventi e riparazioni.

Scegliendo i dispositivi giusti, dunque, mettere in pratica la trasformazione digitale diventa più semplice ed efficace.

I PC industriali: una scelta indispensabile nei contesti produttivi

In un contesto produttivo, un PC industriale (IPC) è uno strumento indispensabile.

In molti casi, i PC standard non possono soddisfare i requisiti di affidabilità, intervallo di temperatura o tolleranza alle vibrazioni comuni negli ambienti industriali. Gli IPC, invece, sono progettati per l’uso in ambienti produttivi, difficili sia dal punto di vista meccanico sia da quello ambientale.

Uno dei principali vantaggi del loro utilizzo, ad esempio, è la possibilità di gestire le esigenze di funzionamento continuo.

Gli IPC sono generalmente disponibili sotto diverse forme; senza dubbio quella più utilizzato è il box PC, adatto per l’installazione in spazi ristretti.

In genere, questi dispositivi includono alcune importanti caratteristiche comuni:

  • uso di componenti e sistemi operativi a lungo ciclo di vita
  • resistenza agli urti e alle vibrazioni (essenziale nelle applicazioni industriali)
  • possibilità di configurazione con una varietà di opzioni di input/output per soddisfare le esigenze specifiche dell’utente

Nel complesso, gli IPC forniscono una soluzione affidabile e durevole per l’esecuzione di applicazioni critiche per la produzione.

Cosa cercare quando si sceglie un computer industriale

Come già accennato, in termini generali, i PC industriali sono caratterizzati da particolari criteri costruitivi come la resistenza ad agenti esterni, vibrazioni e altre sollecitazioni meccaniche. Quindi è indispensabile prestare particolare attenzione a questo tipo di caratteristiche quando si decide di investire in nuove apparecchiature.

I PC industriali BPC proposti da SisAv, per esempio, sono in grado di soddisfare tutti questi parametri:

  • possono operare nel range di temperatura -20/+60 °C, con livelli di umidità fra il 5 e il 95%
  • sono conformi allo standard IEC 60068-2 per la resistenza alle vibrazioni
  • possono sopportare shock fino a 20G

Fra gli altri aspetti fondamentali da tenere in considerazione ci sono:

  • il numero di interfacce I/O
  • un design di tipo fanless
  • la dotazione di dischi SSD che azzera la presenza di parti in movimento, tradizionalmente più soggette a danni e malfunzionamenti di natura meccanica

Acquisizione dati: come raccogliere dati in contesto industriale

Quando si tratta di acquisizione dati in contesto industriale, è necessario valutare alcuni elementi.

Se i PC industriali sono più robusti e resistenti, è indispensabile che i moduli I/O scelti siano in grado di rispettare le stesse specifiche. Questo permette un uso idoneo in stabilimenti e altri ambienti industriali.

In base al tipo di dati che è necessario raccogliere, si può scegliere quale, fra l’ampia varietà di moduli I/O, è più adatto ad interfacciarsi con sensori e altri dispositivi. I PC e i computer industriali offrono numerosi moduli in grado di offrire il corretto interfacciamento anche in presenza di macchinari non originariamente predisposti.

Grazie ad una attenta valutazione di questi fattori, è possibile attuare la trasformazione digitale anche in contesto di revamping, in cui non sussiste l’opportunità di rinnovare il parco macchine.

moduli I/O

I computer industriali e l’acquisizione di dati aiutano la transizione digitale

PC industriali e moduli di acquisizione dati sono gli alleati perfetti per la trasformazione digitale nelle aziende, anche in ottica Industria 4.0:

  • Forniscono dati affidabili e accurati, essenziali per prendere decisioni aziendali valide.
  • Possono aiutare a gestire e monitorare i processi industriali, rendendoli più efficienti e produttivi.

Per le aziende che stanno esplorando le opportunità offerte dalla transizione digitale, i computer industriali e l’acquisizione dati sono un ottimo punto di partenza.